Rucas, Montoso

PDFStampaE-mail
28Nov2011
Ultimo aggiornamento 01 Dicembre 2011 | Scritto da Administrator

Siamo pronti ad affrontare e, poi, ad accettare forti contraddizioni?

Salendo lungo la panoramica strada che porta a Montoso si incontrano contraddizioni “fisiche” che sono state tracciate nel paesaggio dalle attività antropiche (dalle attività estrattive e speculative edilizie) di una brutalità notevole e rara per una meta di turismo montano. In quanto scopritori di paesaggi domestici, però, noi sappiamo accettare e superare la sfida delle contraddizioni e proseguiamo fino alla fine della strada.

Sia il villaggio di Montoso, sia l’area delle piste sciistiche di Rucas godono di una posizione a dorso della montagna veramente spettacolare, peccato che in mezzo, tra un livello altimetrico e l’altro, ci sia, appunto, la cava.

Ai palazzoni in fondo alla strada, benché non ci risulti che siano annoverati nei manuali di architettura alpina, concediamo il beneficio di rappresentare un “unicum” (in tutti i sensi) edilizio sulla cresta di una montagna senz’altro estrema, essenziale, anche perché priva di vegetazione, esposta alle intemperie e proiettata sulla visuale padana come un’immensa balconata naturale.

Siamo più piacevolmente sorpresi dalle minime ma efficienti strutture per lo sci: uno skilift, un tapis roulant e un’area baby più che dignitosi intorno ai quali i non sciatori possono godersi un’esposizione al sole e un panorama davvero impareggiabili. 

 

  Rucas Residence      Rucas residence e cime      Rucas vista su Montoso